Lobby Sentinel 2

In breve

Lobby Sentinel 2 come sicuramente avrete già capito, è il secondo addon per il fantastico ►Lobby Miner, il primo software per la roulette online che ti permette di monitorare in tempo reale circa 20 tavoli roulette.

Per sfruttare al meglio questo programma è quindi necessario aver già acquistato il manuale di ►Lobby Miner, tuttavia se hai già dei file di testo con degli archivi di spin di alcuni tavoli roulette, puoi tranquillamente usare il programma come preferisci, anche perchè in Lobby Sentinel 2 ci sono delle interessanti funzioni che non riguardano esclusivamente i dati raccolti da Lobby Miner.


Come funziona Lobby Sentinel 2

Lobby Sentinel  in pratica aggancia i file di testo registrati in tempo reale da ►Lobby Miner ed elabora una serie di statistiche legate alla frequenza dei singoli numeri, un importante dato che può anche aiutare il giocatore a verificare la presenza o meno di un bias della roulette.

Sull’argomento dei bias ho già scritto davvero molto, leggi il post di presentazione del bot ► Roulette Bias Sniper per capire meglio tutti i concetti su cui si basa Lobby Sentinel 2 e su come sfruttarlo al meglio.

La prima cosa da fare una volta avviato il programma è quella di selezionare i tavoli che vogliamo monitorare (si presuppone quindi che ►Lobby Miner sia già in esecuzione da tempo e che stia registrando i numeri usciti ai vari tavoli).

Nel secondo pannello Roulette Table Hoooker, bisogna quindi cliccare sui vai pulsanti sulla sinistra ed andare a selezionare uno o più dei file di testo che sta registrando ►Lobby Miner e che si trovano nella cartella Outputs di Lobby Miner, in caso di dubbi guardate il video su ►YouTube, sarà tutto sicuramente più chiaro.

Come vedete nella immagine, ho selezionato solo alcuni dei tavoli disponibili, evitando appositamente tavoli quali Lightning Roulette, Quantum Roulette, nonché tutte le roulette automatiche, in quanto non sempre le uscite di questi tavoli sono totalmente random.

Una volta completata questa semplice selezione, possiamo dunque passare al terzo pannello Control Room, che è appunto la nostra centrale operativa.


La Sala di Controllo

Qui abbiamo a nostra disposizione tutto quello che ci serve per capire cosa sta succedendo, quasi in tempo reale, ai vari tavoli selezionati nel pannello precedente.

La prima cosa da fare è cliccare sul pulsante Reload Roulette Tables, in questo modo verranno caricati in Lobby Sentinel 2 tutti i file dei vari tavoli selezionati ed infatti vedrete che appariranno anche i numeri degli spin registrati (colonna Spins), mentre la prima colonna (Roulette #) servirà solo ad identificare il tavolo con un progressivo numerico 01, 02, 03, ecc.

Una volta fatta questa semplice operazione, possiamo dunque analizzare i vari tavoli agganciati con due modalità differenti: o tutti in sequenza, oppure uno alla volta manualmente.

Occorre a questo punto fare una doverosa pausa per spiegare che tipo di statistica viene analizzata da Lobby Sentinel 2.


Il Soft Limit

Se non è la prima volta che visiti ThatsLuck.com, probabilmente avrai già letto qualcosa a proposito del Soft Limit nel post dedicato al bot per la Roulette ► Roulette Bias Sniper.

Se vuoi davvero documentarti sull’argomento ti consiglio di leggere (o rileggere) quel post, al momento per farla breve possiamo dire che il Soft Limit non è altro che un valore che ci indica se i numeri di un tavolo della roulette stanno uscendo con maggiore frequenza rispetto alla norma.

La tabella inclusa nel programma è basata su tranche da 100 spin ciascuna, da 100 a 10.000, ciascuna tranche è identificata dai campi di colore bianco, mentre subito a destra troviamo il relativo valore del Soft Limit.

Ad esempio per una tranche da 100 spin il valore del Soft Limit è 28, per 200 spin è 39 e così via.

In pratica man mano che i numeri escono, il programma somma il valore positivo di tutti i singoli numeri usciti (se vuoi approfondire cosa è il valore positivo di un numero, trovi scritto tutto ► qui), questa somma rappresenta il Valore Positivo di tutto il Tavolo, che viene riportato nella colonna PV.

Quanto il PV dell’intero tavolo supera il valore del Soft Limit per la tranche di spin registrata, allora vuol dire che siamo in una condizione di scarto “raro”, che statisticamente accade solo il 5% delle volte. Possiamo quindi dire che è mediamente difficile che un tavolo superi il Soft Limit.

A questo punto possono succedere 2 cose: 

► il Trend rientra gradualmente verso la normalità (quindi il valore PV scende sotto il Soft LImit);

► il Trend continua a salire.

Se, come nel caso 2, il Trend continua a salire, noi iniziamo a puntare.

La procedura operativa è dunque abbastanza semplice: dopo aver avviato ►Lobby Miner avviamo Lobby Sentinel 2 (dove abbiamo già configurato il link ai vari tavoli che vogliamo monitorare), a questo punto, visto che ci potrà volere anche molto tempo prima che si crei una condizione di gioco, avviamo l’Autominer, indicando prima nel campo sottostante ogni quanti minuti deve essere effettuato il controllo dei tavoli (io solitamente inserisco 1 minuto).

Abilito poi le opzioni Sound Alert (avviso sonoro) oppure Email Alert (avviso email) e se durante la giornata un tavolo supera il Soft Limit (cosa che, come detto prima, succede solo nel 5% dei casi), sentirò un allarme sonoro o riceverò una email.

A questo punto posso anche ridurre il programma sulla barra delle applicazioni e continuare ad usare il pc normalmente, se succede qualcosa me ne accorgerò sicuramente. 

Appena scatta un allarme (un tavolo presenta una frequenza elevata solo di alcuni numeri), nella colonna PV il valore corrispondente al tavolo potenzialmente biased diventa di colore rosso ed a questo punto scatta la parte operativa, ovvero si inizia a puntare!

Bisogna a questo punto cliccare sul tasto verde della colonna FIght! in corrispondenza del tavolo segnalato e si aprirà subito il fantastico…


AutoPilot

L‘Autopilot è in pratica un clicker, che punta i soli numeri di nostro interesse, ovvero tutti quelli che hanno un singolo valore positivo maggiore di 8.

Ho preferito restringere il campo solo a questi numeri per delle valide ragioni: anzitutto è vero che il valore del Soft Limit è alimentato da tutti i numeri positivi, dunque anche quelli di valore inferiore ad 8, ma sulla base degli ormai numerosi test sul campo, ho verificato che puntare tutti i numeri positivi, significa attestarsi su un range di 15-18 unità da puntare, cosa che in pratica equivale quasi a puntare ad esempio sul Rosso o sul Nero.

Così facendo, la tassa pesa molto ma molto di più sul giocatore, infatti i numeri con un PV maggiore di 8 sono mediamente meno di 6, fattore che permette al giocatori di esporsi di meno e soprattutto di chiudere gli attacchi in positivo anche quando il valore PV del tavolo rientra al di sotto di quello del Soft Limit.

D’altronde il concetto è abbastanza noto, puntando una chance normale come ad esempio il Rosso, la tassa rende impossibile vincere entro un massimo di circa 40.000 spin, mentre parlando dei singoli numeri, anche dopo 200.000 spin è possibile che ce ne siano alcuni (max 1 o 2) ancora in positivo.

Questa è una teoria che potrete verificare voi stessi scaricando ed usando il software ► Roulette Bias Sniper, che include anche un generatore random adatto proprio per questo tipo di test.

A parte questo, tenete anche presente che un Trend vincente di un piccolo gruppo di numeri può durare anche fino a quattro giorni!

Quindi non preoccupatevi se per ore e ore non ci sono segnali di vita dai tavoli, basta poco perché una tendenza inizi a prendere forma e a durare da pochi colpi fino a qualche migliaia di spin.

 

Ovviamente se una tendenza dura oltre il normale, oppure se il valore del Soft LImit raggiunge addirittura quello dell’Hard Limit (questi concetti sono già stati ampiamente trattati ► qui), allora significa che siamo in presenza di una roulette 100% biased! 

In questo raro e fortunoso caso consiglio di abbandonare Lobby Sentinel 2 e di attivare subito il bot ► Roulette Bias Sniper, sicuramente più performante sulle singole roulette e con maggiori parametri per impostare un proficuo attacco.


AutoPilot Config

L’AutoPilot si può configurare con le stesse modalità previste da altri programmi di ThatsLuck, come ad esempio ► Roulette Turbo Clicker, in pratica basta spuntare l’opzione Spacebar Turbo Config e posizionarsi col mouse sui vari numeri del tappeto di gioco per registrare le coordinate X/Y corrispondenti alla posizione dei numeri sullo schermo.

Lo stesso va fatto per il Trigger Point, mentre per configurare la puntata Anti Disconnenction bisogna procedere manualmente.

Il Trigger Point in pratica è un punto dello schermo che cambia colore solo quando si aprono le puntate.

Su questa piattaforma (la stessa su cui si appoggia Lobby Miner), ad ogni giro di puntate appare un conto alla rovescia in secondi, dove i numeri sono grandi e di colore bianco.

Come indicato dalla freccia rossa, io scelgo sempre un punto a metà circa del numero 1.

Per inserire le coordinate ed il codice colore del Trigger Point, devo semplicemente abilitare l’opzione Spacebar Turbo Config, posizionarmi sul numero 1 quando appare (in un punto dove il Color Code indicato nella barra Pixel Info è ClWhite come in figura) e premere una sola volta lo spazio sulla tastiera.

Se avete già letto i post o scaricato i manuali di ► Roulette Turbo Clicker o di ► Roulette Bias Sniper, sapete già perfettamente di cosa parlo, diversamente guardate il video sul canale di ► YouTube che illustra la semplice procedura da eseguire.


Alerts Setup

Infine nell’ultima schermata troviamo i parametri di configurazione dei 2 tipi di avvisi previsti nel pannello Control Room.

Il primo e più semplice, consiste nel selezionare il suono che vogliamo sentire quando si attiva un allarme del valore t-S se abbiamo attivato la funzione AutoMiner, oppure quando sono terminati i giri di puntate del bot.

Se lasciate su Mute ovviamente non si sentirà nulla anche se avete attivato l’allarme sonoro, quindi regolatevi di conseguenza.

Più in basso troviamo invece i parametri di configurazione nel caso volessimo ricevere delle email ogni volta che scatta un allarme (ovviamente da usare se abbiamo attivato l’AutoMiner).

Come parametri dovete inserire quelli della vostra casella email, che pertanto risulterà sia come mittente che come destinatario dei messaggi di avviso, oppure potete usare come mittente una casella diversa che avete attivato per conto vostro.

Tutti i parametri di configurazione di queste caselle restano memorizzati in locale sul vostro pc nel file con estensione .ini che trovate all’interno della cartella del programma, nessun dato viene raccolto o comunque trasmesso all’esterno.

Una volta inseriti tutti i parametri potete provare se la configurazione è corretta premendo sul pulsante Test Service, che inivierà un breve messaggio di prova dalla casella mittente a quella di destinazione. That’s it.


Ok, ora è davvero tutto, buon divertimento e non dimenticate di iscrivervi al canale Telegram se volete leggere in anteprima tutte le novità sulle prossime pubblicazioni.